Cerca
  • CSA Offida srl

Decreto Aiuti ter: bonus 150 euro per i lavoratori dipendenti


Indennità una tantum per i lavoratori dipendenti

Tra le diverse misure, in linea con quanto previsto negli scorsi mesi, viene previsto un'indennità una tantum per i lavoratori dipendenti, con esclusione di quelli con rapporto di lavoro domestico.

In particolare, i soggetti destinatari sono coloro che hanno una retribuzione imponibile nella competenza del mese di novembre 2022 non eccedente l'importo di 1.538 euro, purché non siano titolari di specifici trattamenti previsti dalla norma. In tale ambito, la somma a titolo di indennità una tantum di importo pari a 150 euro, viene riconosciuta per il tramite dei datori di lavoro, nella retribuzione erogata nella competenza del mese di novembre 2022.

Tale indennità è riconosciuta in via automatica, previa dichiarazione del lavoratore di non essere titolare di specifici trattamenti, quali ad esempio di non essere titolare di uno o più trattamenti pensionistici a carico di qualsiasi forma previdenziale obbligatoria, di pensione o assegno sociale, di pensione o assegno per invalidi civili, ciechi e sordomuti, nonché di trattamenti di accompagnamento alla pensione etc.

Inoltre, si precisa che, al fine di evitare le note criticità palesatesi con la precedente indennità, la norma prevede espressamente che la somma di 150 euro verrà riconosciuta anche nei casi in cui il lavoratore sia interessato da eventi con copertura di contribuzione figurativa integrale dall'INPS.

Fermo restando che tale indennità una tantum spetta ai lavoratori dipendenti una sola volta, anche nel caso in cui siano titolari di più rapporti di lavoro, si precisa che la stessa non è cedibile, né sequestrabile, né pignorabile e non costituisce reddito né ai fini fiscali né ai fini della corresponsione di prestazioni previdenziali ed assistenziali.


Fonte: MementoPiù quotidiano lavoro