Cerca
  • CSA Offida srl

Ritenuta al 12,50% sui ristorni ai soci delle Cooperative


La legge di Bilancio 2021 interviene modificando la disciplina fiscale della tassazione dei ristorni delle cooperative, in particolare stabilisce che per le somme attribuite ad aumento del capitale sociale è possibile applicare una ritenuta a titolo d’imposta pari al 12,5%, invece della presente ritenuta del 26%.

Ciò è possibile solo per i soci persone fisiche e previa deliberazione da parte dell’assemblea, che deve aver luogo in sede di approvazione del bilancio di esercizio in cui vengono determinati i ristorni ai soci.

Il versamento della ritenuta deve avvenire entro il giorno 16 del mese successivo a quello di scadenza del trimestre solare in cui è stata adottata la decisione assembleare.

Resta però confermato che se si tratta di cooperativa di consumo ove il ristorno attribuito ai soci persone fisiche non è tassato non lo è neanche l'imputazione dello stesso a capitale e la sua successiva distribuzione.

La ritenuta del 12,5% può essere applicata anche alle somme assegnate ad aumento del capitale precedentemente al 1° gennaio 2021, sul punto si attendono chiarimenti ufficiali, ma per il momento sembra da intendersi che per le somme già imputate a capitale prima di tale data la ritenuta ridotta sarà applicata solo all’atto della loro distribuzione ai soci.